Educatrice Imperfetta

Apprendimento ed Emozioni

In Italia c’è una meravigliosa regione chiamata Toscana che ospita una delle menti pedagogiche che più stimo, Ramona Sichi. Lei, che un giorno obbligheremo a fare un corso sull’outdoor che resti per sempre, lei, che con le emozioni ne ha fatto un modo di vivere per se e per chi le sta intorno. Parola mia, felicemente e fortunatamente amica di Ramo. Comunque, senza divagare, Ramona ha dichiarato: Obiettivo dell’educazione deve essere quello di creare MENTI PIMPANTI. L’esperienza è fondamentale per apprendere, e per apprendere sono fondamentali le emozioni. In quale modo l’emozione modifica il nostro comportamento? FISIOLOGICO: cambiamenti della respirazione, della pressione arteriosa, del battito cardiaco, o tensione muscolare, o pilo erezione, oppure ancora influenza nella digestione, dilatazione delle pupille e così via. COMPORTAMENTALE: le espressioni facciali, la postura, il tono della voce e, assieme spingono le reazioni ( ad esempio chiusura o apertura, oppure attacco o fuga, oppure ancora tenerezza o aggressività) PSICOLOGICO: sensazione soggettiva, alterazione del controllo di sé e delle proprie abilità cognitive. Ferme, io so che dopo aver letto come un emozione modifica il comportamento vi siete soffermate principalmente su emozioni come paura, rabbia.  Lasciatemi specificare ancora una volta che le emozioni sono emozioni, non esistono emozioni buone ed emozioni cattive. Le connotazioni negative le diamo noi adulti per i costrutti che ci hanno “regalato” nella vita. Ricordate che.. NON C’E’ GIOIA SENZA TRISTEZZA. (Ho detto gioia, che di gioie nella vita non se ne vedono da tanto) Consiglio OT: guardate InsideOut se non lo avete ancora fatto. Tornando a noi, cerchiamo di approfondire così:

Torna a: La Mente Scientifica > CAPITOLO 2:
×