Maestra Elisa

Tende d’Autunno

Tende d’Autunno

Le stagioni non si spiegano ai bambini, le stagioni non si colorano semplicemente su una scheda, le stagioni si osservano, si annusano, si toccano, si vivono! Al massimo, attraverso l’esperienza diretta e le domande che convergono dai bambini, le stagioni si raccontano.
E’ arrivato l’autunno e immancabilmente le nostre uscite territoriali o nel nostro cortile aumentano a dismisura.
In autunno avvengono molti cambiamenti nella natura, l’aria diviene più frizzante, i colori si scaldano, foglie e ghiande cadono a terra; questi fenomeni sono stati oggetto di grande esperienza da parte dei bambini nel nostro giardino.
Nelle strutture educative, molte esperienze hanno come obiettivo primario quello di far conoscere le stagioni, l’autunno è forse la stagione preferita da noi educatrici per la moltitudine di stimoli che ci regala, i tesori che possiamo reperire durante questa stagione sono moltissimi e tutti ai nostri piedi.
L’autunno arriva una notte di ottobre e, pian piano, le foglie si staccano dagli alberi e danzano fino al suolo, ai nostri piedi possiamo raccogliere foglie con colori che vanno dal giallo al rosso, un rosso lucente che ogni anno desideriamo fermare nel tempo. Ed ecco allora l’idea delle tende d’autunno.

Le tende in ogni ambiente hanno un enorme potenziale, proprio come le stagioni, sono in grado di cambiare l’atmosfera rendendo uno spazio caldo edaccogliente.

Il quotidiano all’interno di una struttura è scandito dai gesti e dalle routine, ma non può e non deve mai mancare l’atmosfera giusta; soprattutto nell’accoglienza, dove avviene il momento delicato del distacco, l’atmosfera ha una fondamentale importanza ecco perché viene scelto questo ambiente per posizionare le tende d’autunno, l’atmosfera diviene così, in un solo colpo, affascinante. Le tende naturali giocano insieme ai colori ed ai giochi di luce che le stesse creano.

Le tende d’autunno hanno ovviamente una loro storia da raccontare, i bambini, parte centrale ed attiva del percorso, sono stati i protagonisti della raccolta delle foglie e del posizionamento delle stesse su lunghi fogli di cellophane che, solo una volta finite, sono state appese dall’educatrice. Questa esperienza, oltre a stimolare i bambini ad avere un atteggiamento creativo rispetto ai materiali e all’uso degli stessi, li aiuta in un secondo momento alla verbalizzazione: il bambino tenderà infatti a mostrare orgoglioso le tende al genitore raccontandogli (invitato o meno dall’educatrice) l’esperienza vissuta.

Written by - - 1082 Views